scuola di danza

GIOCO DANZA

Dai 3 ai 4 anni

gioco danza bambini 3-4- anni

Il corso di Gioco Danza conduce i bambini alla danza e allo sviluppo delle capacità cognitive e relazionali attraverso il gioco, utilizzando stimoli musicali, corporei e piccoli attrezzi e oggetti di uso quotidiano. In questo modo l’approccio a questa forme d’ arte avviene in modo spontaneo e naturale.

Si rivolge a bambini/e dai 3 ai 4 anni

Le lezioni conducono i bambini alla scoperta del corpo e delle sue possibilità motorie ed espressive. Il bambino viene accompagnato verso la danza e il movimento in modo molto naturale, nel pieno rispetto delle sue capacità psicomotorie e dello sviluppo psico – fisico.

Il corso porta il bambino ad una crescita psicomotoria globale e a sviluppare insieme alle competenze motorie quelle relazionali, capacità cognitive, relazionali e comportamentali. . Attraverso il gioco e l’uso della fantasia, si conduce inoltre il bambino alla scoperta delle proprie potenzialità artistiche e creative.

dANZA CLASSICA

Propedeutica,Preparatorio,Formazione

danza classica

La danza classica non ha bisogno di presentazioni.
La danza classica ha origini antichissime dal Medioevo ai giorni nostri seguendo evoluzioni e cambiamenti delle varie Scuole, fino a generare la danza moderna e contemporanea.
Alla danza moderna e contemporanea fornisce basi, tecnica e linee ed è il miglior punto di partenza per formare danzatori sia amatori ma soprattutto professionali.
Conferisce tono, forza, elasticità al corpo del ballerino e dona quell'eleganza e quel portamento particolare che fanno si che un ballerino sia sempre riconoscibile fra la folla. Le caratteristiche principali della danza classica sono la leggerezza, la bellezza delle linee, da conquistarsi attraverso un rigoroso allenamento.

DANZA MODERNA

   

Baby e Young

week dance studio danza moderna

La danza moderna  dà voce alla personalità del danzatore, rifiutando le regole rigorose della danza classica; spesso la danza moderna si ispira alla danza tradizionale di altri paesi del mondo, alla ricerca di stimoli creativi e personali.

Il primo fine della nascente danza moderna era la ricerca di una danza libera, che esprimesse il corpo e le sue emozioni al di là dei costumi teatrali, del palcoscenico convenzionale, dello sfarzo del balletto classico: danzare magari a piedi nudi, con tuniche che lasciassero il corpo libero di muoversi senza limiti era un'esigenza impellente. François Delsarte fu una figura di grande rilievo per la nascita della danza moderna, benché non sia stato un danzatore ma più che altro un “filosofo della danza”.

Studioso di canto e teatro, ma soprattutto delle dinamiche di movimento e delle risposte espressive, Delsarte formulò per primo idee rivoluzionarie: mai più movimento senza un significato. Le sue lezioni di teoria della danza e del movimento hanno un successo impressionante, dapprima in Francia e poi in America, e influenzeranno il pensiero dei danzatori a venire. Via via in vari paesi del mondo la danza moderna si diffuse sempre più, grazie a figure come Loïe Fuller, Ruth St. Denis, Mary Wigman, Maud Allan, Isadora Duncan. La definizione di “moderna” data alla corrente (chiamata anche “nuova danza”), si deve al fatto che presentava caratteristiche in netto contrasto con il balletto.

La danza moderna rifiuta l’utilizzo innaturale del corpo, le cinque posizioni dei piedi e delle braccia e l’uso delle scarpette da punta. Si valorizzano invece il gesto e il movimento che esprimano la personalità del danzatore a partire dalla naturalità.

Definire cosa sia la Danza Moderna è oggi impossibile: si articola in stili e tecniche tra loro diversissimi. Ma danzare significa sempre espressività, armonia e interpretazione… anima e corpo si intrecciano in movimenti che descrivono un disegno coreografico. Movimento e danza: un magico incontro che sviluppa passione a ritmo di musica!

DANZA CONTEMPORANEA

1°Livello,2°Livello,Lab.Coreografico

danza contemporanea

La danza contemporanea prosegue la rivoluzione attuata dalla danza moderna a favore di nuove espressioni corporee. La danza contemporanea rientra pienamente nelle nuove Arti sceniche contemporanee e si pone come obiettivo l’allontanamento dalla formalità e rigidità dei canoni classici e romantici del balletto per ritornare ad assolvere la sua funzione essenziale: la comunicazione espressiva attraverso una danza “libera”, priva di codificazioni e costrizioni. La danza contemporanea si basa su alcuni concetti universali come lo spazio, il tempo, le linee e le curve e la sua lingua si esprime attraverso i segnali del corpo. Attraverso il corpo si cerca di dare voce alle emozioni e ai sentimenti più vicini al tempo in cui viviamo: gesti, movimenti, figure e intrecci. Per questo tipo di danza il coreografo si dedica a una ricerca soprattutto interiore.

Junior e Senior
La danza jazz è un complesso di differenti di stili e tecniche piuttosto complicate da classificare. È una danza molto antica, influenzata da molti elementi e numerose correnti. Anticamente infatti, altro non era che una tradizionale danza delle comunità afro-americane, carpendo però, con il passare del tempo, insegnamento anche da altre civiltà; assorbendo così il movimento europeo che ha donato finezza e classe ai movimenti, mentre dello stile africano ha mantenuto l'adrenalina ritmica e selvaggia, e la magia primordiale.
Questo tipo di danza è dunque classificata un composto di tradizioni africane ed europee. Nello specifico la danza jazz è un movimento in costante sviluppo che va a pari passo con i cambiamenti culturali. 
La danza jazz attuale, comprende due stili: il modern jazz ed il lyrical jazz. Il modern jazz, rispetto al lyrical, è più animata, vivace, briosa Invece il lyrical, (il significato di assapora già dalla parola stessa), inteso come musica, non come movimenti, è tranquilla, più pacata, più "ordinata" aggiungendo però in alcune occasioni elementi di danze orientali, ispaniche e afro-cubane.
Per chi è nuovo a questa a danza, essa prevede un percorso didattico, educativo interessante e molto istruttivo.  
Durante il cammino nell'apprendere tale educazione si elaborerà nello specifico un lavoro tecnico basato sulla postura e sull'asse della coscienza, sull'analisi funzionale, sulla libertà muscolare, sull'appoggio e sulla relazione del corpo nello spazio, affiancato ad un lavoro coreografico dinamico, concentrato sulla qualità del movimento.  
Questa danza mette in sintonia il corpo e la mente, lasciando libero sfogo all'anima. 
A questo punto, per riuscire a comprendere la storia della danza jazz, non dovremo fare altro che leggere tutte le indicazioni riportate nei passi precedenti.
 
danza jazz

street dance

Kidz,1°Liv. Hip Hop/House,2°Liv.Hip Hop/House,Crew

street dance

Per street dance (danza di strada o danza urbana) si intende un insieme di stili di danza evolutisi al di fuori delle scuole di ballo tradizionali, in spazi aperti quali strade, dance party, feste di quartiere, parchi, cortili scolastici, rave party, night club, ecc... In genere sono basate sull'improvvisazione e sulla socializzazione, incoraggiando l'interazione e il contatto con gli spettatori e con gli altri ballerini. Questi balli si sono evoluti da contesti urbani e suburbani in forme di cultura underground; in passato facevano parte della cultura locale, alla stessa maniera della danza popolare ora con l'avvento di Internet, la danza sembra essere condivisa tra persone con gli stessi gusti musicali sparse per il mondo. Inoltre, street dance si caratterizza come danza popolare moderna proprio in riferimento all'urbanizzazione. Alcuni esempi di danze di strada sono rappresentati da

Breakdance,Hip Hop,House,Popping,Locking,Krumping,Vogue,Waacking

FLAMENCO

Principianti,Basico

flamenco

Il flamenco ha da sempre un carattere universale che lo rende apprezzabile in ogni angolo del mondo.
Per definizione, il flamenco non può avere un carattere statico e rimanere invariato nel tempo: essendo figlio della cultura gitana, subisce continuamente influenze ed evoluzioni in base agli elementi con cui entra in contatto pur mantenendo il suo spirito gitano.
La sua travolgente capacità comunicativa è evidente nel rapporto che si crea tra ballerino, musica, chitarra e musicista: sottintesi, dialoghi, sguardi. Tutto rimanda il pensiero al passato in cui” l’essere umano”, fu nomade e il desiderio di rimanere in un posto stabilmente sorse in seguito.

Da qui il fascino profondo del flamenco.

Il flamenco è ballo, musica, movimenti, spettacolo: se hai la fortuna di praticarlo ti accorgerai di come riuscirà a coinvolgerti a 360° e ad appassionarti fino nel profondo. Parola di gitani.


Il tango argentino è una forma d'arte che comprende musica e danza nata a Buenos Aires, Argentina intorno alla seconda metà dell'800.In origine si produsse nei quartieri poveri ed emarginati ed ebbe successo soprattutto nelle case di tolleranza (tango ha la stessa radice semantica di tanghero). 

Il ballo

Il tango argentino è un ballo basato sull'improvvisazione, caratterizzato dalla sua eleganza e passionalità. Il passo base del tango è il passo in sè, dove per passo si intende il normale passo di una camminata.

Essendo un ballo di improvvisazione in pista non esiste l'idea di sequenze di passi predefinite, e sta alla fantasia dei ballerini costruire come in un dialogo il proprio ballo.
La posizione di ballo è un abbraccio frontale asimmetrico in cui l'uomo con la destra cinge la schiena della propria ballerina e con la sinistra le tiene la mano, creando quindi una maggiore distanza tra la spalla sinistra dell'uomo e la destra della donna.
Poche regole semplici dettano i limiti dell'improvvisazione: l'uomo guida, la donna segue.
Fondamentalmente è l'uomo che chiede con un linguaggio puramente corporeo alla propria ballerina di spostarsi.
Per motivi didattici sono state introdotte delle sequenze con passi predefiniti, come la Salida basica.  
La Salida Basica è la prima sequenza didattica di passi che viene insegnata nel tango Argentino.
La Salida Basica è una sequenza in cui si sviluppano tutti i passi in parallelo del tango.
Per passi in parallelo si intendono quei passi n cui ad un movimento del piede destro dell'uomo corrisponde un movimento del piede sinistro della donna, e viceversa.
 
Il cavaliere al primo passo porta il destro indietro, al secondo il sinistro a lato al terzo il destro avanti al quattro il sinistro avanti al cinque porta il destro parallelo al sinistro o dietro al sinistro, al sei sposta la gamba sinistra in avanti, al sette la gamba destra al lato destro all'otto chiude con il piede sinistro spostandolo a lato affiancandolo al destro.
 
La dama all'uno muove il sinistro in avanti, al due sposta il destro a lato dopo averlo spazzolato al sinistro, al tre il sinistro indietro, al quattro il destro indietro al cinque incrocia il sinistro davanti al destro portando il peso sul sinistro. Al sei il destro indietro, al sette il sinistro al lato e, all'otto unirà il destro al sinistro chiudendo i piedi.
 
Il luogo dove si balla il tango argentino è chiamato Milonga talvolta Tangheria.
 
Stili e interpreti
 
Il tango argentino è caratterizzato da 3 tipi di ballo diversi:
Il Tango, Milonga e il Tango Vals (Vals criollo). 
I ballerini di tango praticano molti stili, facenti capo a grandi interpreti delle sue fasi storiche. Vengono spesso ricordati José Benito Ovidio Bianquet detto "El Cachafaz", o Carlos Gavito recentemente deceduto e noto per aver introdotto un tipico abbraccio "sbilanciato".
 
Alle origini del tango argentino troviamo il canyengue, intorno al 1880. Tipici i movimenti rapidi e corti (arraballero). Soppiantato negli anni '40.
Nelle milongas si balla lo stile milonguero, dai movimenti contenuti e adatti agli spazi ristretti riservati ad ogni coppia.
Nei locali più signorili invece si balla il tango salon. I musicisti tipici sono Di Sarli e Fresedo.
Negli show o spettacoli vari sia in teatro che nelle strade i ballerini si esibiscono nello stile detto: Tango scenario - tango exhibition con molti ganci e grandi giri molto coreografico.
Negli anni '60 e '70 si afferma il tango fantasia.
Con tempi di tre quarti invece si balla il tango vals, detto anche vals argentino, vals criollo o vals cruzado. 
Negli anni 2000 si è sempre più affermato un genere noto come tango nuevo ballato soprattutto sul tango elettronico, genere musicale capitanato dai Gotan Project.                
 
BALLI DA SALA
Per ballo si intende una molteplicità di forme di danza eseguite nella maggior parte dei casi per puro divertimento e al fine di socializzare e definire i rapporti all'interno di un gruppo. Il ballo, a differenza della danza vera e propria come è comunemente intesa, non è quasi mai finalizzato alla rappresentazione. Nel teatro e nel cinema può essere inserito in determinate scene, come molti altri elementi di supporto.

Forme di ballo
Vi sono numerosi stili di ballo associati a diverse forme musicali:

Afro: balli religiosi di origine africana, suddivisi in 4 gruppi religiosi Yoruba, Bantu, Abaqua e Ararà.
Rumba : stesse origini delle precedenti, ma profane.
Ballo da sala
Ballo lisci
Boogie-Woogie
Break dance: danza acrobatica strettamente connessa alla cultura hip hop e afro-americana.
Danza popolare
Danza latino americane
Danze caraibiche: Salsa Cubana, Bachata, Merengue, Salsa Portoricana
Danza sportiva
Electric Boogaloo: stile americano conosciuto anche come electric Boogie, danza funk e hip hop con movimenti robotici, scosse e onde.
Electro Dance
Foxtrot
Lap dance
Pogo
Rock acrobatico
Tango
Tip-tap
Balli folcloristici

COUNTRY LINE DANCE   

Liv Unico

country dance

La country line dance è un ballo che proviene dall’America e legato al mondo Western,anche di origine molto recente,in quanto legato alla nascita negli USA della New Country Music negli anni ‘70. E’conosciuto e ballato da diversi anni anche in Italia, soprattutto nelle aree settentrionali, ma si sta diffondendo in tutte le regioni. La caratteristica principale è la disposizione dei ballerini in linea…da qui il nome “LINE DANCE”, anche se non mancano i balli di coppia. Le coreografie si basano su una sequenza di passi che si ripete con un preciso ordine fino alla fine della canzone, le musiche sono moltissime e diverse fra loro, principalmente Country, ma non solo.

Questo genere di ballo è adatto a tutte le età, ed aiuta a:

MIGLIORARE IL COORDINAMENTO :si interagisce con gli altri ballerini e si devono coordinare i movimenti con il resto del gruppo

ALLENARE LA MEMORIA : si devono ricordare i passi di ogni coreografia

MIGLIORARE IL SENSO DELL’ORIENTAMENTO : si devono mantenere le posizioni in linee e in file,e le coreografie si sviluppano su 4 direzioni (dette pareti,muri o wall) per cui si deve ricordare…da che parte girarsi!

spettacolo di fine anno 2016

Anno accademico 2015/2016

Share by: